ANITA E GLI ANIMALI

Dal momento che Anita a questo dono speciale di “connettersi” con tutti gli animali che incontra e di interagire con loro, abbiamo pensato di unire in un unica rubrica tutti i post publicati degli incontri con gli animali che ha avuto nel suo girovagare per il mondo con la ” Trip Family”…

 

ANITA E GLI ANIMALI /1
Anita ha il dono speciale di trovare sempre gli animali ovunque,di cercarli ovunque e poi di connettersi con loro…
Qui è alle prese con il salvataggio di una povero camaleonte chiamato Camilla dalla piscina del albergo..
Il salvataggio è durato ore e Camilla dopo camminava felice su di lei…ancora oggi è uno dei suoi ricordi piu vivi del viaggio in Sudafrica.

ANITA E GLI ANIMALI /2
Eravamo in giro per l’India del sud, per la precisione in Kerala,quando ci è stato chiesto se volevamo lavare un elefante nel fiume,Anita senza pensarci due volte si è fiondata in acqua ed a cominciato a strofinarlo e lavarlo bene…..” aveva la pelle molto rugosa…”così ha commentato felice alla fine.

 

ANITA E GLI ANIMALI /3
Emozione pura era quello che si leggeva negli occhi di Anita quando a Los Roques in Venezuela ha preso in mano per la prima volta una tartarughina appena uscita dal guscio.Dopo tanti film e cartoni animati finalmente la vedeva dal vero…anzi la teneva in mano!

 

ANITA E GLI ANIMALI /4
Nel frattempo Anita è cresciuta e la tartaruga anche…qui siamo alle isole Gili in indonesia e una mattina nel tratto di mare di fronte al bungalow dove dormivamo,praticamente a 15 metri dalla spiaggia…eccole qui che nuotano felici insieme…

 

ANITA E GLI ANIMALI /5
Qui invece è a Roma al Bioparco mentre comunica con un’orango tramite disegni su un quaderno.Un orango,che tra l’altro sembra molto interessato e pare quasi che gli risponda!…. A parte questo il Bioparco merita una visita ed anche se noi preferiamo vedere gli animali liberi in natura, devo dire che le strutture sono fatte bene ,nel pieno rispetto degli habitat originali, ad Anita è piaciuto molto e ci vorrebbe tornare.

 

ANITA E GLI ANIMALI /6
Anita e Animado il suo miglior amico e mezzo di trasporto per tutto il soggiorno a Jericoacoara in Brasile,qui lo vedete a passeggio e parcheggiato davanti alla Pousada Azul.

 

ANITA E GLI ANIMALI /7
Notare l’encomiabile sforzo che fa Anita per non abbracciare il cane. Visto che una volta arrivati in India gli era stato detto che stavolta non avrebbe potuto fare come fa sempre, cioè abbracciare tutti i cani che incontra perchè qui sono veramente pieni di pulci e zecche.

Dal momento che la spiaggia di Varkala era piena di sonnacchiosi pulciosi randagi che la seguivano ovunque,bisogna ammettere che è stata bravissima. In questa immagine è ben chiaro dalla sua espressione quanto lo vorrebbe fare… ma non può!….in compenso ha poi abbracciato elefanti, asini, cavalli e se fosse stato per lei pure un cobra!

 

ANITA E GLI ANIMALI /8
Anita a Koh Chang in Thailandia, cerca di far fare amicizia ad una scimmietta del posto con il suo pupazzo di pezza (Efelamp di Winnie the Pooh, che ha girato insiema a lei mezzo mondo!).

 

ANITA E GLI ANIMALI /9
Eravamo tranquilli nella bella Playa Jandia a Fuerteventura a prendere il sole,quando ci siamo accorti che alle nostre spalle Anita stava dando da mangiare a degli scoiattoli che scendevano giù da una collinetta lì vicino….strafelice!!..sempre connessa con qualunque animale gli capita a tiro…

 

ANITA E GLI ANIMALI /10
Sotto di noi uno squalo balena di oltre 15 metri!
Io e Anita ci tuffiamo impavidi per nuotargli al fianco.Ad Anita gli era stato spiegato che doveva stare molto attenta a non toccarlo dal momento che la sua pelle è fortemente abrasiva,quindi non ha potuto abbracciarlo come avrebbe voluto fare.Purtroppo all’epoca la piccola sub non aveva la macchina fotografica subacquea (gli è stata regalata l’anno dopo) quindi le foto non rendono l’idea, infatti ci vorrebbe tornare.L’emozione ed il ricordo di nuotare con un pesce gigante a pois libero in mezzo al mare rimane comunque indelebile.Siamo nel golfo del Messico al largo di Holbox.

 

ANITA E GLI ANIMALI /11
Asini.La nuova passione di Anita.
Qui ci troviamo ad Asinomondo, luogo magico a Reggio Emilia dove Anita sta studiando per prendere la patente asinina (in mancanza di cavalli gli va bene anche l’asino, che dire…più cresce più è connessa con animali…pazzesco!

 

ANITA E GLI ANIMALI /12
Ci trovavamo in Algarve nel Portogallo del Sud per la precisione a Lagos, eravamo intenti a mangiare seduti ad un tavolo in spiaggia, quando ci accorgiamo che Anita si “era connessa” con un camaleonte di passaggio a cui aveva dato anche il nome: Berta…che dire…

 

ANITA E GLI ANIMALI /13
Colazione con scimmia a Knysna.
Siamo in un bellissimo bed & breakfast sulla Garden Route in Sudafrica per la precisione a Knysna, deliziosa cittadina sul mare piena di casette di legno e negozietti vintage.Anita è intenta a far colazione, tutta felice di avere alle sue spalle una scimmia che la guarda (del resto siamo in Africa, dice…è normale che ci siano scimmie che ti guardano mentre fai colazione….).

Ancora non sa che quella scimmietta non è altro che una sentinella che ci sta controllando, il resto del branco è al piano superiore ed è entrato nella nostra camera dalla finestra e sta saccheggiando i bagagli, sparpagliando il contenuto sul tetto e rovistando dappertutto alla ricerca di cibo.Alla fine sono riuscite a rubare una mela, fare un pò di danni e nulla più.Anita di tutto ciò era felicissima ed ha commentato “…non per niente siamo in Africa, qui le scimmie sono furbe ed intelligentissime….” ancora adesso se lo ricorda e ne parla sempre.

 

ANITA E GLI ANIMALI /14
Anita e Alfredo che osservano una scimmietta che osserva Anita e Alfredo Ci trovavamo a Rio de Janeiro ospiti in casa di una cara amica, dal balcone che da sul giardino venivano a prendere il cibo dalle mani varie scimmiette baffute uscite dalla foresta circostante, inutile dire la felicità di Anita nel constatare la comodità a “connettersi” così facilmente, stando in casa (come diceva lei) con animali selvatici.Non si voleva muovere più da lì.

 

ANITA E GLI ANIMALI /15
Abbiamo cacciato a mani nude di notte caimani in Amazzonia.
Sembra quasi il verso di una canzone di Battiato, invece no è esattamente quello che abbiamo fatto io ed Anita.
Dopo aver passato una giornata intera a pescare piranha, che poi alla sera abbiamo cucinato e mangiato (sono buonissimi!!),abbiamo lasciato in branda nella casetta galleggiante la mamma fotografa ed il fratellino Alfredo ed insieme alla guida Peppe siamo saliti sulla piroga per un uscita notturna alla ricerca di caimani. Praticamente dalla piroga si illumina con una torcia la riva del fiume finché non compaiono due puntini rossi, sono gli occhi del caimano che rimane immobile ipnotizzato dalla luce, a quel punto la nostra guida Peppe (un pazzo!) si butta in acqua e lo cattura con le mani, così facendo ne ha presi due ,uno grosso e un piccolo, il grande lo abbiamo liberato subito perché era ingestibile ,il piccolo lo abbiamo portato alla casetta, dove Peppe ci ha spiegato bene in maniera scientifica tutte le caratteristiche , Anita ascoltava interessata ed entusiasta a tal punto che è voluta correre in camera con il caimano in mano a svegliare la mamma fotografa per farglielo vedere, potete immaginare la reazione della mamma quando si è svegliata con un caimano nel letto!…..Giornata così…..come ti possono capitare in Amazzonia. Ah! alla fine il caimano lo abbiamo liberato.

 

ANITA E GLI ANIMALI /16
“L’arte di stritolare i gatti”
Quando vuole bene a qualcuno (di solito animali, ma anche persone) Anita ti abbraccia forte forte, si può dire che quasi ti stritola.Questa è stata infatti la sua attività principale a Karpathos, bellissima isola greca, che come tutte le isole greche pullula di gatti e gattini ad ogni angolo.
Come si vede dall’espressione è veramente impegnata nella sua attività’ preferita!

 

ANITA E GLI ANIMALI /17
Per anni l’animale “feticcio” di Anita è stato il ghepardo (li cambia sempre, ora credo che sia il cavallo…o asino…o falco pellegrino…o…).
Quando percorrendo la Garden Route in Sudafrica ci siamo fermati in un centro di recupero animali selvatici, dove c’erano ghepardi, rinoceronti, leoni ed anche una giraffina abbandonata dalla mamma, Anita è andata letteralmente giù di testa, potete immaginare quando gli hanno fatto accarezzare un ghepardo! All’epoca aveva 4 anni e come tutti i bimbi di quell’età più che camminare, correva, ma all’interno di quel centro gli era stato tassativamente proibito correre, un ranger del posto gli aveva spiegato tutto serio che essendo circondati da predatori se corri diventi una preda, le parole esatte erano state: “ in Africa chi corre è cibo “ .Questa frase gli è rimasta talmente impressa che ancora adesso a distanza di anni la ripete sempre.

 

ANITA E GLI ANIMALI /18
Anita non teme nessun animale, in giro per il Kerala in India abbiamo incontrato questo povero ,vecchio elefante arrabbiato e incatenato perché aveva ucciso 12 persone (Anita se lo ricorda ancora!).Lei era veramente dispiaciuta (per l’elefante) lo voleva salutare e lo avrebbe anche abbracciato.

 

ANITA E GLI ANIMALI /19
Fra le tante escursioni da fare a Bali, non possiamo che consigliare (sopratutto se si è con i bimbi) la visita al BALI BIRDS PARK, enorme parco con centinaia di specie di uccelli proveniente da tutto il mondo. Ad Anita è piaciuto un sacco e col senno di poi credo che sia stato lì che si è ammalata di “pappagallite” esotica sindrome che ti porta ad avere liberi per casa questi strani uccelli chiamati pappagalli (ora infatti ne abbiamo due che girano ovunque per tutta la casa!).

 

ANITA E GLI ANIMALI /20
Anita e Martina la stella marina.
Questa è la storia di una bimba di nome Anita che nuotando nell’acqua bassa e trasparente dell’isola di Holbox in Messico, un giorno incontra una stella caduta dal cielo e la chiama Martina. Diventerà la sua migliore amica e nei giorni a venire giocheranno insieme notte e dì. Ma una mattina Martina è triste, ha nostalgia dei fondali marini, della sabbia e dei suoi amici pesciolini. Martina non parla è una stella, ma Anita lo sa che è giunto il momento che lasciarla andare dovrà. Allora un pomeriggio d’estate con il sole alto ed il mare calmo gli dà un bacio e una carezza e mentre dal cielo soffia una leggera brezza la libera in acqua…..vai Martina vai è stato bello e un giorno ci rivedremo lo sai.
Questa è la storiella che si era inventata Anita mentre giocava con Martina la stella marina.

 

ANITA E GLI ANIMALI /21
Anita ama talmente tanto gli elefanti che a Koh Chang (l’isola degli elefanti) in Thailandia ha voluto farci il bagno insieme (notare i braccioli, all’epoca non sapeva ancora nuotare).

 

ANITA E GLI ANIMALI /22
Se chiedete ad Anita cosa gli è piaciuto di più del viaggio in Indonesia, vi risponderà immediatamente Sissi!
Sissi era questa gattina che gironzolava attorno al bungalow in riva al mare che avevamo a Gli Air, prontamente adottata da Anita, la seguiva ovunque e giocavano sempre insieme, si era talmente affezionata che quando è stata ora di separarle è stata una mezza tragedia. Tutto questo ha dato il via al “periodo gatti”, terminato solo da poco, cioè quando è iniziato il “periodo pappagalli”.

 

ANITA E GLI ANIMALI /23
Questa volta sarebbe meglio dire “Anita e gli animali STRANI”.
Appena arrivati sull’isola di Hoblbox nel golfo del Messico, Anita in spiaggia è andata subito a scovare questo strano essere che nessuno di noi aveva mai visto in vita sua (neanche sull’enciclopedia degli animali). Sembrerebbe una specie di granchio in realtà appartiene alla famiglia dei ragni, si chiama Limulo (Limulus Polyphemus) ed è un animale molto antico che vive in quelle acque ed in poche altre zone del mondo, nei giorni a seguire ne abbiamo incontrati altri anche con il piccolo al seguito, ad Anita naturalmente è piaciuto un sacco a me faceva un po’ senso e mi ricordava molto il mostro del film Alien.

ANITA E GLI ANIMALI /24
Sempre a proposito di Anita che si “connette” con qualunque animali gli capiti a tiro, qui sull’isoletta di Gili Air, In Indonesia, in spiaggia, in mancanza d’altro si è fatta amica una mantide religiosa che ha chiamato Gilda con cui ha giocato tutto il giorno.

 

ANITA E GLI ANIMALI /25
Qualsiasi altro bimbo, ma anche adulto, è abbastanza schifato dai serpenti, ma Anita invece no, qui a al Fuerteventuura Oasis Park ha voluto accarezzare a tutti i costi questo pitone e se lo sarebbe anche portato a casa.

 

ANITA E GLI ANIMALI /26
Amico paguro.A Gili Air in Indonesia, in spiaggia abbiamo incontrato tanti bimbi di tutte le nazionalità e tutti quanti giocavano insieme con la sabbia. Quando ad un certo punto Alfredo tutto eccitato trova una conchiglia che cammina!…era naturalmente un paguro, Anita se n’è subito impossessata e da quel giorno aveva: l’amico paguro bernardo.

 

ANITA E GLI ANIMALI /27
Ad Holbox, sperduta isoletta nel golfo del Messico, non solo c’erano cani ovunque, ma venivano sempre volentieri anche a fare il bagno con gli “umani”. Di tutto questo Anita era naturalmente entusiasta.

 

ANITA E GLI ANIMALI /28
Una mattina arriviamo in spiaggia a Tulum in Messico e troviamo in mezzo alle sdraio queste transenne che stanno ad indicare che nella notte sono venute propio lì delle tartarughe e depositare le uova sotto la sabbia. Anita era felicissima ed è stata a controllare tutto il giorno che non si avvicinasse nessuno e se fosse stato per lei sarebbe restata altri 2 mesi per assistere alla schiusa delle uova ed aiutare i piccoli prendere il mare.

 

ANITA E GLI ANIMALI /29
Girovagando per l’India del Sud, siamo incappati in una lunga processione con elefanti, musicisti e questi fuori di testa che avevano disegnato sulle pance le fauci di una tigre, in modo che muovendo il ventre a ritmo della musica la bocca si spalancava!…che dire?…Anita affascinata da tutto ciò non se ne capacitava ed ancora adesso se lo ricorda e ne parla sempre.

 

ANITA E GLI ANIMALI /30
Qua siamo sull’isoletta Francisqui, nell’arcipelago di Los Roques, Venezuela ed Anita ancora piccola era la prima volta che aveva a che fare con un pappagallo libero e pergiunta parlante, ne rimase talmente affascinata che ora ne abbiamo in casa due che volano liberi, non parlano (per fortuna, per quello basta Anita) ma fanno un mucchio di danni, però sono assai simpatici.

 

ANITA E GLI ANIMALI /31
Appena arrivati nelle Filippine, sull’isola di Panglao, Anita la prima sera è riuscita subito a farsi amici un numero imprecisato di piccoli gechi, con cui parlava e giocava, nei giorni a venire di gechi ce ne sarebbero stati molti altri, molto più grossi e pure colorati.

 

ANITA E GLI ANIMALI /32
Dumalian Beach a Panglao nelle Filippine, Anita alla sera quando il mare si ritirava, era tutta indaffarata a cercare di salvare più stelle marine possibili, che a causa anche della stupidità di molti turisti che ci giocavano, rimanevano sul bagnoasciuga a morire lentamente, erano veramente tante.

 

ANITA E GLI ANIMALI /33
Avete la benché minima idea della felicità di Anita quando in un hotel di El Nido a Palawan nelle Filippine, ha trovato questa scimmietta rimasta orfana, secondo voi chi è stata la sua mamma per i due giorni che ci siamo fermati lì.

 

ANITA E GLI ANIMALI /34
Pensavate che nelle Filippine Anita non trovasse un cavallo per farci un giro?…eccola qua in groppa a questo cavallino, un pò malmesso, sull’isola di Bohol.

 

ANITA E GLI ANIMALI /35
Anita pure a El Nido, nelle Filippine è riuscita a farsi amica una gatta, Sissi, (identica alla mai dimenticata Sissi di  Gli Air  in Indonesia) che stavolta però aveva pure un cucciolo che ancora allattava, praticamente non si sarebbe più mossa da lì.

 

ANITA E GLI ANIMALI /36

Girando in auto per le strade del Sudafrica ci è capitato spesso di incontrare tartarughe di varie dimensioni che attraversavano la strada, inutile dire che Anita affascinata da questi lenti e coriacei animali, voleva che ci fermassimo e stessimo lì finché la tartaruga non era al sicuro.

ANITA E GLI ANIMALI /37

Il giorno stesso che siamo arrivati in Kenya, a Watamu, Anita si è subito “connessa” con questa chiocciola/lumacone gigante che insieme ad altri esemplari abitava nel nostro giardino.

 

ANITA E GLI ANIMALI /38

E’ stato indescrivibile il grande stupore di Anita, quando arrivando sulla spiaggia di Garoda a Watamu in Kenya si è imbattuta in 4 dromedari che se ne stavano tutti tranquilli a brucare sul lungomare, non si voleva più muovere da lì!

 

ANITA E GLI ANIMALI /39

Un amore ritrovato!…Quando sempre nel nostro giardino a Watamu in Kenya, Anita si è ”connessa” con un insetto stecco che passava di lì (che tra l’altro solo lei è riuscita ad individuare, dal momento che è praticamente invisibile) è stata felicità pura. Gli ha ricordato tanto Scout, l’insetto stecco che ha amorevolmente allevato per più di un anno nella sua cameretta. 

 

ANITA E GLI ANIMALI /40

Lui è Killa, un cane kenyota che bazzicava intorno alla nostra casa a Watamu. Inutile dire che fin dal primo giorno Anita si è “connessa” subito con lui. A dir la verità è stato più che altro Killa a connettersi con tutta la famiglia. Mai abbiamo visto un cane più educato, non abbaiava mai, ci seguiva ovunque e ci aspettava davanti alla porta di casa senza mai entrare, neanche quando pioveva. E’ stato amore a prima vista (come si può vedere da questa foto) e quando siamo dovuti ripartire è stata veramente dura.

 

ANITA E GLI ANIMALI /41

A Watamu in Kenya, nel nostro giardino non c’erano solo chiocciole giganti, insetti stecco, serpenti verdi e ragni enormi ma anche gechi, a cui subito Anita si è “connessa” allevandone uno per un pò.

 

 

ALTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO PIACERTI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.